Archivio Autore: Camillo Scaduto

Il leggendario podio dei 200 ai Giochi del 1968 è al centro di “Trentacinque secondi ancora” di Lorenzo Iervolino. Tre uomini ebbero il coraggio di agire con il linguaggio più rivoluzionario, quello del corpo. La narrazione si regge su un meccanismo di sovrapposizioni, dove tutto muove da e verso il momento topico della premiazione. Da […]

La scrittrice Maria Attanasio ridà vita in un romanzo a Rosalie Montmasson, unica donna che partecipò alla spedizione dei Mille, poi moglie di Crispi, che la abbandonò. «La sua rimozione dalla memoria collettiva nasce da una doppia violenza, politica e di genere. Fino alla fine fu coerente con gli ideali politici di una vita. Chi […]

“Il senso di colpa del dottor Živago” di Pigi Battista indaga, con coerenza narrativa, le testimonianze sugli ultimi anni di vita di Boris Pasternak. E spiega come lo scrittore passò da uno stato permanente di doppiezza un po’ cinica all’appuntamento con la verità che aveva sempre rimandato Se non fosse stato per Olga – la […]

“Il tempo sospeso” è una raccolta di racconti brevi di Francesca Varagona, in cui le protagoniste provano a recuperare i pezzi importanti delle loro vite. Storie che hanno una loro circolarità ma possono essere letti benissimo in modo autonomo Avrebbe potuto benissimo scegliere la strada certamente più agevole e consueta del romanzo, optando, perché no, […]

Una puntuale e complessa ricerca su uno dei più amati personaggi della narrativa e della tv: è “Storia di Montalbano” del semiologo Gianfranco Marrone, che analizza romanzi e fiction che hanno come protagonista il commissario creato da Andrea Camilleri «Sino a che punto il commissario Montalbano può essere considerato un personaggio televisivo circoscritto in una […]

“I soldi sono tutto” di Fabio Calenda, ovvero un manager al capolinea e l’inganno di un paese dei balocchi, una ragnatela di castelli di carta costruiti da uomini senza scrupoli. Il romanzo racconta un’epoca, in particolare il maledetto 2008, ed è uno sguardo partecipato su debolezze e meschinità degli uomini Il gatto e la volpe […]

Umorismo sardonico contro ipocrisie e cattiveria. Torna il protagonista di polizieschi che più inglesi non si può, senza disdegnare il mondo classico e intrecciandolo all’enigmistica. Ne “La morte mi è vicina” Colin Dexter si riaffida all’ispettore capo E. Morse che – tra eserghi fantastici, pinte e sensibilità al fascino femminile – trova la soluzione all’ennesimo […]

Il giallista palermitano al sesto romanzo (“L’uomo sbagliato”) che ha per protagonisti i fratelli Roberto, avvocato, e Fabrizio, giornalista: fanno i conti con un’inchiesta con tanti buchi neri, che mette a repentaglio le loro vite e quelli dei familiari. Si conferma l’originalità di questi personaggi disincantati: non appartengono alle forze dell’ordine, non hanno schiere di […]

Lo scrittore basco in Sicilia, dove ritirerà il premio intitolato a Tomasi di Lampedusa. Il successo travolgente del suo romanzo “Patria” non l’ha cambiato: “Lo vivo serenamente. In gioventù ho detto no alla propaganda dei terroristi, non hanno fatto lo stesso alcuni miei coetanei. Non potevo aderire a una protesta che comportava sequestri, morti e […]

Non solo “Rubé” nell’universo narrativo del critico e scrittore siciliano (ma anche molto cosmopolita) che segnò i primi decenni del Novecento. Riproposto “I vivi e i morti”, il secondo romanzo, in perfetto equilibrio tra riferimenti autobiografici e ricerca interiore. Non una storia lugubre, ma su vita e natura. Protagonista Eliseo Gaddi, che abbandona la città […]