Archivio Categoria: Classici

Non solo “Rubé” nell’universo narrativo del critico e scrittore siciliano (ma anche molto cosmopolita) che segnò i primi decenni del Novecento. Riproposto “I vivi e i morti”, il secondo romanzo, in perfetto equilibrio tra riferimenti autobiografici e ricerca interiore. Non una storia lugubre, ma su vita e natura. Protagonista Eliseo Gaddi, che abbandona la città […]

Il ritratto disincantato dei fratelli Mil’grom, tutti impegnati nella ricerca di un altrove rispetto a ciò che sono, fanno e hanno, nella Odessa del Primo Novecento, tra antisemitismo e risvolti violenti del bolscevismo. Ovvero “I cinque” di Vladimir Jabotinsky, il più controverso e ingombrante tra i fondatori dello Stato di Israele A Odessa ogni storia è […]

In “Acqua viva” la scrittura e il linguaggio della scrittrice brasiliana di origini ucraine si radicalizzano, e il lettore è invitato a partecipare all’esperienza quasi divina di uno stato di grazia. Più che da trame e personaggi bisogna lasciarsi trascinare da un caleidoscopio di pensieri incontenibili, immagini e sensazioni Clarice Lispector, brasiliana di origini ucraine, […]

“Himmo di Gerusalemme” dello scrittore israeliano è una storia d’amore, una riflessione sulla vita e sulla morte, una lezione di umanità, quella che impartisce l’infermiera Hamotal a Himmo, ex seduttore gerosolimitano ridotto a un relitto umano Una bocca, perfetta e carnosa, che la prega di sparargli. E tutt’intorno un corpo a pezzi, in disfacimento, come […]

Il passato che torna implacabilmente è al centro de “Il fondo della bottiglia”, tra i più neri e cupi romanzi dello scrittore belga. In una cittadina dell’Arizona, tra ranch e cowboy, l’improvvisa e forzata convivenza fra due fratelli, un rispettabile avvocato e un evaso di prigione, porta a una resa dei conti inevitabile L’anno dopo […]

“Cuori cicatrizzati” del romeno Max Blecher è un romanzo autobiografico: un giovane uomo, segnato dalla tubercolosi alla spina dorsale, la sua permanenza in sanatorio insieme agli altri ospiti, la vita che continua a irrompere fino alla fine, in attesa della fine Il cerchio è chiuso, l’attesa pienamente ripagata, un inconfondibile mondo letterario ha avuto il […]

La Shoah («ciò che è stato») era un macigno sia per Nelly Sachs che per Paul Celan, scampati ai lager a differenza di molti loro familiari. Torna, per Giuntina, la loro “Corrispondenza”: lettere di conforto e confronto reciproco, prima della tragica fine di entrambi Nel 1966 Nelly Sachs avrebbe potuto condividere il Nobel per la […]

Un piccolo saggio, quello dello scrittore americano, sulla disarmante scoperta che la solitudine è l’unica certezza, un dolore inevitabile, da sconfiggere solo con una vita d’amore, secondo gli insegnamenti di Cristo Tra i grandi romanzieri americani Thomas Wolfe rimane poco conosciuto in Italia, nonostante il suo stile abbia influenzato Jack Kerouac e abbia goduto dell’ammirazione […]

Una riscoperta importante è quella de “I viaggi di Beniamino Terzo” di Mendele Moicher Sfurim: non solo belle storie da un mondo esotico e vagheggiato, ma una lezione che dura fino al presente, attraverso la storia paradossale e farsesca di due personaggi che sembrano Don Chisciotte e Sancio Panza Che bello, un nuovo cantastorie yiddish! […]

Con il romanzo “La luna e i falò” Cesare Pavese affronta il grande tema del ritorno alle radici, al paese natio. Un viaggio verso le origini, fra cose immutabili e cambiamenti epocali, con uno stile e una scrittura non del tutto riconducibili al Neorealismo La luna e i falò (208 pagine, 12 euro), edito da Einaudi, […]