Archivio Tag: Exorma

Stefano Di Lauro, autore, regista teatrale, compositore, pubblica per le edizioni Exorma il romanzo “Troppo lontano per andarci e tornare”, incentrato su un microcosmo di artisti circensi che, il 31 dicembre 1899, salpa dalla Francia all’Argentina a bordo di un piroscafo. I protagonisti sono i componenti del piccolo circo “Au Diable Vauvert” (da una locuzione […]

Seconda parte della conversazione con Paolo Albani, autore de “I sogni di un digiunatore”: “Il fatto che apparentemente la letteratura non serva a nulla, va intesa come una dilatazione della libertà espressiva. Un libraio, per essere competitivo, deve prevedere i libri non ancora scritti, ma che sono in procinto di esserlo, e segnalarli ai propri […]

Una conversazione con un rapsodo dei nostri tempi, Paolo Albani, autore de “I sogni di un digiunatore e altre instabili visioni”: “Nel bene e nel male le storie di uno scrittore riflettono sempre una parte di sè. Siono un pessimo sognatore, ma qualche storia mi arriva nel sonno…” Fra gli innumerevoli giochi che è possibile […]

  Una storia ambientata sulle Alpi e un personaggio “deviato”, Adelmo Farandola forse malato di Alzheimer, o affetto da una forma di ritardo mentale: è “Neve, cane, piede” di Claudio Morandini. Gli sguardi irridenti della comunità e la solitudine nelle valli, il potere emarginante di un luogo ameno nella riflessione dello scrittore palermitano, autore di “Di […]

“Dopo il diluvio” è un debutto lontano dai canoni che vanno per la maggiore. L’ha scritto il giovane bolognese Leonardo Malaguti, che ha concepito l’epopea di un piccolo universo senza luogo e tempo in cui una calamità naturale cambia volto, in peggio, alla comunità. Fra nemici inesistenti, egoismi e paure… Una fiaba nera, cinematografica e […]

“Sudeste” dello scrittore argentino Haroldo Conti – la sua vita si concluse come quella di altri desaparecidos, vittime dal regime militare – un romanzo capace di dipingere un intero universo grazie a un vagabondo solitario e taciturno, a bordo di una barca lungo un fiume. C’è pochissima introspezione e il corso d’acqua diventa protagonista… Non […]

Marita Bartolazzi debutta con “La donna che pensava di essere triste”, un po’ favola un po’ viaggio onirico, il tentativo di dare forma a quel che non è possibile dire a parole. La protagonista ha lo sguardo malinconico e un po’ rassegnato e con la sua tristezza affronta il mondo Chissà cosa direbbe Freud, leggendo […]

“L’esilio dei moscerini danzanti giapponesi” del ligure Marino Magliani, edito da Exorma, è un nuovo affascinante capitolo di geografia narrativa personale, che connota la personalissima voce dell’autore Non è solo uno scavo nei ricordi di bambino e poi ragazzo, non è neanche solo la riflessione su un’ipotetica storia d’amore, né il mero ripensare alla figura […]