Archivio Tag: Mondadori

Il capolavoro di Cervantes è il bestseller di uno scrittore occasionale, troppo raccontato e poco letto. I mulini a vento? Storielle decontestualizzate. Si tratta di un personaggio centrale e classico perché abbiamo enormemente bisogno della sua follia, del suo essere segno di contraddizione… Tutti abbiamo sentito parlare di Don Chisciotte, delle sue “gesta” folli, del […]

“Origin”, l’ultimo romanzo dello statunitense non è letteratura, ma intrattenimento, come tutti i suoi libri. Stavolta però, oltre a trascinare il lettore fino alla fine, ricorre a personaggi reali e teorie non fantascientifiche per dare spessore e credibilità alla narrazione, invitando implicitamente ad approfondire certi temi, andando oltre le sue pagine Che ci piaccia o […]

Non solo romanzi. Anzi per leggere narrativa l’ideale sarebbe avere conoscenze a trecentosessanta gradi. Questo ci suggeriscono i consigli di lettura dello scrittore Ottavio Cappellani (in libreria con “Sicilian Comedi”, pubblicato da Sem), che comunque fra Sicilia e Stati Uniti qualche punto fermo l’ha… “Luce virtuale” di William Gibson (Mondadori) È il libro che mi ha […]

Lo scrittore salentino de “Nella perfida terra di Dio” (Adelphi) oscilla tra grandi classici e romanzi recenti per fissare una mappa di libri da leggere. E ce li consiglia spassionatamente, con trasporto e con la sua lingua febbrile “Lo sfidante (Million Dollar Baby)” di F.X. Toole (Garzanti) «La boxe è un atto innaturale». Inizia così, semplice […]

“Swing Time” è un immenso romanzo sociale – e globale – del nostro tempo, un generatore di emozioni, una chirurgica analisi dell’animo umano fra ambizioni, rinunce, sogni non realizzati, scelte complicate Non ci sono molti enfant prodige che, nel tempo, mantengono intatti originalità, qualità letteraria, clamore mediatico e ottima accoglienza a livello critico come in […]

L’autore de “La stanza dei lumini rossi” e di “Quando mi apparve amore” ci conduce per mano fra sette splendidi consigli, libri di scrittori di valore, noti al grande pubblico e non “Ognuno muore solo” di Hans Fallada (Sellerio) La banalità del male resa in forma di (magistrale) romanzo corale: l’ascesa della Germania nazista nutrita delle […]

Dal romanzo “Il deserto dei tartari” al racconto “Il disco si posò”, storie che non danno risposte ma accendono le domande giuste. Innalzandosi oltre i limiti del materiale, nonostante le apparenze di un equivocato “cinismo letterario” 1992, primo anno di scuola superiore. Ora di Italiano. La professoressa Annamaria Guglielmino ci spiegava l’importanza dei libri, della […]

Il sintetico parere dell’ideatore e curatore di #thebooklover sull’esito del premio letterario più importante d’Italia, lo Strega. Perché ha avuto la meglio “Le otto montagne” di Paolo Cognetti su “La più amata” di Teresa Ciabatti A proposito del recente epilogo del Premio Strega, credo che Cognetti ormai sia una realtà. Rispetto alla Ciabatti ha molta […]