Archivio Autore: Alessandro Orofino

In “Grandi momenti” Krauspenhaar scrive di pancia, senza per questo abdicare alla raffinatezza e alla densità di una scrittura che conquista. Un romanzo disperato, una storia adrenalinica, dove però la pesantezza del vivere e la consapevolezza della propria drammaticità non concedono sconti Cazzuto. Cazzuto come pochi. Franz Krauspenhaar, autore di Grandi momenti (160 pagine, 13 […]

Una saga familiare che ha nel rocambolesco la sua cifra, un’infinità di personaggi, situazioni al limite del grottesco. “La verità dei topi” di Massimiliano Nuzzolo è una giostra acrobatica tra allegoria, ironia e dilatazione del tempo Pirotecnico. Si parta da questo aggettivo perché probabilmente è il più inclusivo. Altrimenti diventa difficile spiegare La verità dei […]

Un frullato grottesco, una foresta di pensieri, un titolo da recuperare. Così è possibile definire “Le molecole affettuose del Lecca Lecca”, libro di Francesco Consiglio. Protagonista un adolescente dai comportamenti sopra le righe. Un volume originale, ironico, audace, che merita di essere letto… Prima regola: dimenticarsi di tutto il resto. Perché? Perché Le molecole affettuose […]

“Insegnami la tempesta”, opera seconda di Emanuela Canepa, consacra la scrittrice. Una storia con una triangolazione tutta al femminile, con molti aspetti misteriosi. Uno di quei libri che si leggono piano per paura di finirli Applausi, tanti applausi per Emanuela Canepa, autrice di Insegnami la tempesta (248 pagine, 17,50 euro), edito da Einaudi. Dopo il […]

Un commissario e un racconto incanalati sul binario degli stereotipi. Ecco a cosa fa pensare la lettura de “Il pittore” di Gino Marchitelli, atipicissimo giallo. Né suspense, visto che l’assassino è immediatamente chiaro, né descrizioni ambientali, né analisi di tipo sociologico, per un libro che sembra senza troppe pretese Del terzo episodio del commissario Matteo […]

Milano, un omicidio che sembra inspiegabile, un giornalista di grande intuito. “Big Muff” di Ezio Gavazzeni è un noir maturo e magnetico, dalla prosa affascinante, in cui si nascondono storie di rancore e e strozzinaggio. Ogni tessera di una verità scomoda andrà al suo posto C’è Milano, discreta, non invadente. E c’è un cadavere, piovuto […]

Due commissari e un cadavere, ma “Il mare invisibile” di Maria Rizzi colpisce per la forza figurativa e una trama in cui razzismo, avidità e crudeltà la fanno da padroni Dovrei parlare di un giallo, c’è un commissario, anzi due. E c’è un cadavere. Eppure, riferendomi a questo libro, preferirei pensare ad una espressione più […]

Un mastodontico trittico letterario a cui il lettore deve resistere per vincere. Ecco cosa è “La trilogia dell’inumano” di Massimiliano Parente, che si scaglia contro la religione, le ipocrisie del nostro tempo e il ventre molle della società, composto da esseri destrutturati… Di un libro titanico come questo, di oltre milleseicento pagine, si potrebbe dire […]

Il dissacrante “Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler” di Massimiliano Parente mette a soqquadro certezze dietro cui si nascondono le nostre ipocrisie e grettezze; costringe a riflettere, anche su arte e religione Se utilizzassi l’aggettivo «dissacrante» per classificare Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler (432 pagine, 10 euro) di […]

Ne “La possibilità di un’isola” Michel Houellebecq prefigura il futuro, un’umanità che va oltre l’umanità: ci fa i conti Daniel, comico politicamente scorretto protagonista del romanzo cupo e distopico… Con La possibilità di un’isola (398 pagine, 11 euro), tradotto da Fabrizio Ascari per Bompiani, ci troviamo di fronte a un libro dal chiaro ed evidente […]