Archivio Autore: Laura Randazzo

Per accostarsi a “L’assurda evidenza” di Francesco D’Isa bisogna accantonare le categorie filosofiche conosciute e immergersi in un universo inquietante. Per scoprire uno sguardo di stupita meraviglia sui paradossi dell’esistenza, mitigati dalla bellezza collaterale, che vede solo chi non si arrende all’evidenza Tutto ciò che conoscevo, o credevo di sapere, riguardo le categorie filosofiche, è stato necessario che io […]

Il filosofo parigino, campione di tolleranza, ne “Il caso Calas” si scaglia contro l’ignoranza e la prepotenza di chi ha condannato un uomo per l’uccisione del figlio e chiede una riabilitazione post-mortem. Per Voltaire una decisione figlia del sonno della ragione e dei pregiudizi contro una famiglia di fede protestante… Avere fra le mani un testo […]

Il mondo all’alba del ventesimo secolo e un disincantato eroe dalle strambe e straordinarie prodezze. Ecco cosa c’è nelle pagine de “Il digiunatore”, nuovo romanzo di Enzo Fileno Carabba, ispirato a una storia talmente vera da apparire inverosimile, quella di Giovanni Succi. Annullare volontà, voluttà e bisogni fu l’affermazione prepotente della sua esistenza. Tra gloria e oblio… […]

Scrivere di suicidio non è mai semplice, Lucio Leone ci riesce in modo nuovo e originale ne “La ferita”: pagine che scorrono veloci, sebbene ogni singola parola sia pesata e scritta con attenzione chirurgica, e rappresentino un’esperienza tutt’altro che scontata… Le letture più affascinanti, quelle che non finiscono nel dimenticatoio come titoli evocativi di ombre, […]

Ne “L’Idiota” il tormento dell’autore, alla ricerca della radice della vera e assoluta bellezza, diventa il nostro. Quel Cristo incompiuto del protagonista, come lo mostra Dostoevskij (oggi ricorrono i 200 anni della nascita), rimane schiacciato dalla sua generosità e lascia un senso di infinita tenerezza… Nutrire una passione viscerale per la lettura conduce, come Orfeo […]

Ne “Il peso dell’inchiostro”, attraverso una storia avvincente e uno stile letterario intrigante nel suo variare di registri narrativi, Rachel Kadish ci disvela la cultura e la tradizione ebraiche. Facendo emergere prepotentemente la filo-sofia, l’amore disinteressato per la conoscenza. Centrale, grazie alla protagonista, il tema dell’eterna fatica di Eva, che deve espiare l’unica colpa, d’essere donna… […]