Archivio Autore: Mattia Morretta

L’omosessualità di Pier Paolo Pasolini tra le pieghe del suo leggendario libro postumo, “Petrolio”. Fu il primo intellettuale moderno italiano per il quale si possa parlare di “identificazione omosessuale”, un abito indossato su pressione del sarto (la collettività). Per Pasolini l’omosessualità è una sorta di prostituzione sacra, in grado di tramutare magicamente le bassezze in […]

Le donne sono, a vario titolo, protagoniste di parecchie novelle del “Decameron” di Giovanni Boccaccio, e non solo per il riferimento all’uditorio femminile, o una sensibilità di fondo per le traversie di alcune protagoniste che sono narrate. In vari racconti c’è anche la cruda rappresentazione di una tragica subalternità, fisica, psicologica, culturale. C’è tanto da […]

Un tappeto volante tessuto con preziosi fili di seta che connettono trapassato e futuribile, reale e fantastico, cima e abisso, letizia e mestizia. Sono i racconti di Antonella Rizzo compresi nel volume “Il fazzoletto di stoffa”. Le donne protagoniste riscoprono le ali e si alzano in volo con l’energia della pienezza di significato del Fato In un brano del 1986, Les hommes de ma vie, la cantante Dalida, l’anno prima della morte, riepilogava per astrazione i compagni decisivi del […]