Archivio Autore: Stefano Di Lauro

Dalla supremazia dell’immagine allo show business e al marketing – chiedere a Barnum – il passo è breve. E oggi c’è la macabra relazione fra apparire, avere ed essere: individualmente si è per ciò che si ha; socialmente si esiste per quanto si appare. L’amplificazione dell’immagine ha portato con sé varie sciagure… Giacomo Casanova scrisse che […]

Vita, sussulti e miracoli della letteratura teatrale, oltre il testo d’autore o il mattatore, oltre il teatro di tradizione. Anche in Italia qualcosa s’è mosso, nonostante iniziali arretratezze ottocentesche. Merito di artisti fuori dal sistema e di altri linguaggi, fino alla smaterializzazione digitale, merito di una sperimentazione che prevale su un pubblico conservatore, di avanguardie […]

Al netto del tempo che passa e del fatale autunno dell’esserci, il grande amore – da declinare al passato – è quello intriso di com-passione. Ed è chimica o costruzione, altrimenti amore non è…   L’amore per un essere implica che un Altro che non sia tu assuma per te la stessa importanza di te […]

Un breve memoriale di Stefano Di Lauro sul suo precoce impatto col celebre romanzo manzoniano. Fatalmente, l’ineffabile concetto di Provvidenza sbaraglia la mente del ragazzino, portando a galla anche divertenti digressioni sul concetto di “familiarità”. Non è mai troppo presto? Il racconto è incluso in una prestigiosa collettanea di ricerche e testimonianze su “I promessi […]

Nuova puntata della rubrica “A lunga conservazione”. Nascita ed evoluzione della punteggiatura, dal punto ai punti di sospensione. Oggi l’uso dei segni di interpunzione sembra rispondere sempre più a esigenze stilistiche e ritmiche che talvolta finiscono con l’infrangere le regole primarie. Importante rifletterci su, fra emoji e Ugo Ojetti I quattro segni del titolo non sono […]

Se la natura è immutabile, la diversità dei destini e delle scelte individuali diventano variabili ininfluenti perché non potranno mai modificare la struttura del sistema. Affinità fra Schopenhauer & Chico Buarque… Se Schopenhauer avesse conosciuto il cantautore brasiliano Chico Buarque de Hollanda forse gli avrebbe dedicato Il Mondo come Volontà e Rappresentazione. Non so se […]

Il mito di Orfeo ed Euridice attraversa topoi ed epoche. Ha affascinato e fatto interrogare molti artisti, ispirando numerosissime opere di scultura, pittura, letteratura, opera lirica, teatro, cinema, fumetti, animazione e videogiochi. La rubrica “A lunga conversazione” (a questo link la prima puntata) riparte da qui Il tema mi sta molto a cuore, anzi, mi […]

Dissertazioni innecessarie in odor di classici, miti, testi teatrali, riscritture e interpretazioni; non per forza consone a un presente calpestabile o fresco di stampa. Ecco il senso di questa rubrica, firmata da Stefano Di Lauro. Si inizia col filosofo Nietzsche: fosse nato oggi sarebbe impazzito ancor più precocemente. Sono tempi tremendamente insalubri… Nietzsche che dietzsche. […]

Romanzi, ma anche poesie e saggi, un unico comune denominatore: libri bellissimi. Lo scrittore Stefano Di Lauro (ultimo libro lo splendido “Troppo lontano per andarci e tornare”, per Exorma, di cui abbiamo scritto qui) con i suoi suggerimenti di lettura indica libri che vale la pena scoprire o riscoprire… “Spillover” di David Quammen (Adelphi) Il termine spillover indica […]