Archivio Autore: Sara Durantini

Si poteva aggiungere qualcosa di nuovo su Brontë e Dickinson? Ci riesce Mattia Morretta con “Tra di noi l’oceano. Modernità di Emily Brontë ed Emily Dickinson”. Senza quei discorsi triti e ritriti che per anni ci hanno delineato le due figure femminili ingabbiate e incasellate in aforismi e citazioni degni della più bieca letteratura rosa […]

“L’Evenement”, che nei cinema italiani sarà “12 settimane”, è il film tratto da “L’evento” di Annie Ernaux che si è aggiudicato la 78ª Mostra del cinema di Venezia. Nel volume la narrazione procede per istantanee che corrono sui binari di una elaborazione linguistica intrisa di sociologia e neorealismo. La pellicola, già giudicata cruda e politica, come il […]

“Tra corpo e anima” di Ludmila Ulitskaya è un libro nel solco della grandissima tradizione russa. L’autrice si interroga sulla morte, sul corpo e sull’anima, tra ragionamenti filosofici e occhio scientifico Alisa è una donna che si affaccia alla vecchiaia con la certezza di aver vissuto intensamente. La pensione non è elevata ma le permette […]

Due fratelli cresciuti in un claustrofobico paesino del sud, una storia famigliare torbida. Ecco cosa si legge ne “Gli affamati” del giovane Mattia Insolia, che riesce a rappresentare il sesso e la violenza con una naturalezza senza eguali Quando ho saputo dell’uscita del nuovo romanzo di Mattia Insolia, Gli affamati (176 pagine, 14 euro) per […]

Intervista a Mariantonia Avati, autrice del romanzo “A una certa ora di un dato giorno”: “Il dolore è il collante che lega le persone che si scelgono. Anche la persona più risolta ha comunque antiche ferite mai risanate e spesso coperte da parecchia polvere. La dipendenza che accomuna tutti è quella da sé. Abbiamo dimenticato […]

Intervista a Cettina Caliò Perroni dopo la pubblicazione de “L’infinito di amare”: “Per Sergio la bellezza e la perfezione linguistica erano dati irrinunciabili, viveva la scrittura come rigore, perizia, esercizio continuo. Non sopportava gli errori, la trascuratezza, l’approssimazione. E questo anche nella vita”   …D’altronde siamo qui per questo, siamo fatti per questo, per andarcene […]

Torna in libreria “La vita involontaria” di Brianna Carafa, protagonista al premio Strega 1975. Un romanzo di sapore mitteleruopeo, con un protagonista malinconico e infelice, Paolo Pintus. Disagio e delusione lo accompagnano durante la sua formazione, fino a quando… Infine, lentamente ti dimenticano. Sei ricordato solo in due date ricorrenti: l’anniversario della tua nascita e […]

La realtà dell’Amore non sempre coincide con la sua stessa idea. Ce lo ricorda “A una certa ora di un dato giorno” di Mariantonia Avati. Il matrimonio di Luca ed Emma e un figlio che verrà preservato dalla tragicità di un amore malato e tossico, una storia di cose taciute e nascoste, fra rinascita e […]

Ne “L’infinito di amare”, libro postumo di Sergio Claudio Perroni che si sviluppa attraverso il ricordo di un momento d’amore e passione tra due amanti, c’è una profonda conoscenza e una ineguagliabile capacità di esplorazione linguistica ed emotiva. E un rapporto fra scrittura e amore che ricorda l’ultima Duras Se penso al rapporto tra scrittura […]

Traslare le implicazioni emotive individuali in un contesto collettivo, la compenetrazione tra individuo e storia: è questa la missione della scrittura di Annie Ernaux. Uno sguardo sul mondo che si evince ne “Gli anni”, una delle sue letture più rappresentative, come in un suo saggio e nella recente lettera al presidente francese Macron Dinnanzi ad […]