Archivio Autore: Alessandro Orofino

Milano, un omicidio che sembra inspiegabile, un giornalista di grande intuito. “Big Muff” di Ezio Gavazzeni è un noir maturo e magnetico, dalla prosa affascinante, in cui si nascondono storie di rancore e e strozzinaggio. Ogni tessera di una verità scomoda andrà al suo posto C’è Milano, discreta, non invadente. E c’è un cadavere, piovuto […]

Due commissari e un cadavere, ma “Il mare invisibile” di Maria Rizzi colpisce per la forza figurativa e una trama in cui razzismo, avidità e crudeltà la fanno da padroni Dovrei parlare di un giallo, c’è un commissario, anzi due. E c’è un cadavere. Eppure, riferendomi a questo libro, preferirei pensare ad una espressione più […]

Un mastodontico trittico letterario a cui il lettore deve resistere per vincere. Ecco cosa è “La trilogia dell’inumano” di Massimiliano Parente, che si scaglia contro la religione, le ipocrisie del nostro tempo e il ventre molle della società, composto da esseri destrutturati… Di un libro titanico come questo, di oltre milleseicento pagine, si potrebbe dire […]

Il dissacrante “Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler” di Massimiliano Parente mette a soqquadro certezze dietro cui si nascondono le nostre ipocrisie e grettezze; costringe a riflettere, anche su arte e religione Se utilizzassi l’aggettivo «dissacrante» per classificare Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler (432 pagine, 10 euro) di […]

Ne “La possibilità di un’isola” Michel Houellebecq prefigura il futuro, un’umanità che va oltre l’umanità: ci fa i conti Daniel, comico politicamente scorretto protagonista del romanzo cupo e distopico… Con La possibilità di un’isola (398 pagine, 11 euro), tradotto da Fabrizio Ascari per Bompiani, ci troviamo di fronte a un libro dal chiaro ed evidente […]

Promosso a pieni voti – ma senza lode – “Il colibrì” di Sandro Veronesi: pagine magnetiche che nei passaggi più toccanti restituiscono un cocktail di emozioni difficili da dimenticare. Fra inquietudini, vicissitudini e un amore platonico che sembra un coitus interruptus In questi ultime settimane non si fa altro che parlare de Il colibrì (368 […]

“Zero K” di Don Delillo è un quasi-silenzio che perfora i timpani, un romanzo introspettivo e cupo. Un magnate americano decide di ibernarsi assieme alla seconda moglie, malata terminale, per provare a risvegliarsi in un futuro depurato da ogni malattia… Zero K (244 pagine, 12 euro) di Don Delillo, tradotto da Federica Aceto, edito da […]

“Diar’io” è un testo non del tutto classificabile, scritto da Carlo De Rossi. Tra virtuosismi e apparente leggerezza spazio alle passioni, ai sacrifici, all’amore. Nella consapevolezza che, per star bene, non bisogna inventarsi nulla di speciale… Non è un libro. Non in senso stretto, quantomeno. Non è una raccolta di aforismi. C’è una densità di […]

I mille volti di un polacco a New York, seduttore di donne annoiate e facoltose dell’alta società, ma innamorato di una russa mozzafiato, a cui lo lega una relazione tormentata. Nelle pagine de “Il boia” di Limonov – che risalgono a quarant’anni fa – la noia e il vuoto di valori dell’elite statunitense Chi è […]

Il francese Alain de Benoist ha scritto un potente trattato socio-filosofico, “Critica del liberalismo”, in cui affronta il tema della mercificazione della società moderna e prefigura i primi segnali di cedimento del capitalismo Critica del liberalismo (288 pagine, 23,50 euro) di Alain de Benoist, edito da Arianna editrice, è un potente trattato socio-filosofico sul liberalismo […]