Archivio Autore: Rebecca Molea

“O d’amarti o morire” della debuttante Francesca Guercio è una tragicommedia sul mondo postmoderno, una ventata d’aria fresca, che sperimenta con i registri, le tecniche narrative e la lingua. Protagonista una suicida che torna nel mondo e assiste alla vita altrui, in particolare quella dell’attore di cui è stata amante e che ama ancora. Alla […]

Herta Müller, la scrittrice premio Nobel 2009, racconta i marginali tout court, esseri umani e animali, vivi e morti, realtà e surrealismo. Per comprendere la sua arte e la sua scrittura, che possono apparire respingenti, bisognerebbe ragionare su un paio di forbici… A Stoccolma, nel Museo Nobel, tra le varie sale dell’edificio se ne trova […]

Nel mondo di Zerocalcare non ci sono apparenze da preservare: ci sono semplicemente esseri umani, impreparati, goffi, che cercano di rimanere a galla. Gli si vuole bene perché, a conti fatti, è l’unico eroe che questo presente traballante può offrirci… È un tempo confuso, questo nostro XXI secolo: sempre più incerto, disorientante, lontano dalle grandi […]

La realtà e il tempo non sono sufficienti. Resta la tentazione del sogno, del tentativo di cristallizzare un momento. Ecco un breve percorso di idealizzazione attraverso libri come “Ferito a morte” di Raffaele La Capria, “Una questione privata” di Beppe Fenoglio e “Il grande Gatsby” di Francis Scott Fitzgerald Se c’è una cosa che ci […]