Archivio Tag: Polidoro

Undici libri, undici autori, in ordine alfabetico, di cui abbiamo scritto o scriveremo (magari no). Non i migliori libri editi nel 2021, anno non meno complesso del 2020. Sono i libri che la nostra redazione, non al completo, ha amato di più fra quelli letti di quest’anno. Come da tradizione, per la quinta volta da […]

Ecco i nostri consigli di lettura natalizi, camuffati da desideri da trovare sotto l’Albero di Natale o da buoni propositi in termini di regali. Un ampio spettro di letture, che tocca classici e contemporanei, opere di pregio, tascabili (e anche qualche fuori catalogo…) tra romanzi, racconti, saggi, poesia, graphic novel Ignelzi e P. Lynch Il […]

Scrivere di suicidio non è mai semplice, Lucio Leone ci riesce in modo nuovo e originale ne “La ferita”: pagine che scorrono veloci, sebbene ogni singola parola sia pesata e scritta con attenzione chirurgica, e rappresentano un’esperienza tutt’altro che scontata… Le letture più affascinanti, quelle che non finiscono nel dimenticatoio come titoli evocativi di ombre, […]

Con “Fai ciao” Flavio Ignelzi si conferma scrittore non convenzionale, con uno sguardo sbilenco sulle realtà. Protagonista un adolescente che si fa guidare più dalle pulsioni che dai sentimenti. Ignelzi affila le lame spuntate dei nostri sensi per affondare nelle infinite possibilità e impossibilità del reale Caro lettore, fai ciao al classico romanzo di formazione. Fai […]

Conciliaboli pieni di ironia e digressioni, direttamente da un quartiere popolare di Napoli, a partire dalla lettura del giornale. Ecco di cosa si nutre “Gli alunni del tempo”, romanzo di Giuseppe Marotta. Neorealismo intriso di toni lievi che strappano sorrisi, distante sia dalle atmosfere di Gomorra che da quelle dell’Amica geniale Non per fare pubblicità […]

Primo maggio senza celebrazioni, seconda Festa dei lavoratori condizionata dalla pandemia, le statistiche sull’occupazione che non promettono nulla di buono e noi rilanciamo con diciannove libri – classici e contemporanei, narrativi e saggistici – che puntano gli occhi su splendori e miserie del lavoro: quello che c’è, quello che manca, quello precario, dal punto di vista […]

“O d’amarti o morire” della debuttante Francesca Guercio è una tragicommedia sul mondo postmoderno, una ventata d’aria fresca, che sperimenta con i registri, le tecniche narrative e la lingua. Protagonista una suicida che torna nel mondo e assiste alla vita altrui, in particolare quella dell’attore di cui è stata amante e che ama ancora. Alla […]

Si conclude il nostro congedo dal 2020: dopo la lista dei volumi preferiti di autori italiani (che trovate qui) azzardiamo un bilancio, con un altro elenco di libri, quelli che abbiamo amato di più fra quanti sono stati firmati da autori stranieri editi in Italia. È una felice consuetudine che rinnoviamo anche quest’anno dopo le […]

Paladina di una letteratura militante, critica nei confronti del neoliberismo e del capitalismo, la cilena Diamela Eltit è autrice di “Manodopera”, percorso difficile, ma da intraprendere con urgenza. Protagonisti alcuni dipendenti di un supermercato – eden per il consumatore, inferno per chi ci lavora. Chi legge punta l’occhio guardingo dove con maestria la scrittrice glielo […]

Riproposti i racconti di “San Gennaro non dice mai di no” di Giuseppe Marotta, pubblicati nel dopoguerra dopo un breve ritorno dello scrittore nella città natale. Storie di gusto raffinato e altissimo pregio nelle quali indugia su un dettaglio del paesaggio o del clima, cattura una delle mille inclinazioni/deformazioni caratteriali della città, stilizza i vezzi/vizi […]