Archivio Tag: Giuntina

Torna Masha Gessen, con uno stupendo volume ibrido, tra autobiografia, saggio e reportage, in cui si racconta l’illusione del Birobidžan, inospitale regione ai confini della Cina in cui il Partito comunista sovietica voleva far nascere una patria ebraica e yiddish. “Dove gli ebrei non ci sono” ricostruisce la parabola, anche paradossale, di un luogo e di […]

Un assaggio del nuovo volume di Masha Gessen (già autrice del mirabile “Il futuro è storia”), in libreria a partire da oggi per i tipi di Giuntina. “Dove gli ebrei non ci sono” ha come sottotitolo “La storia triste e assurda di Birobidzan, la regione autonoma ebraica nella Russia di Stalin”. Il progetto, tra la fine […]

Un libro da far leggere ai giovani, specie se innamorati: ecco cosa è “Emarginati” di Susan M. Papp. Un libro che ci ricorda come esista qualcosa di più feroce della stessa distruzione, ed è il non aver permesso che qualcosa si compisse, si realizzasse così come Dio o la Natura desideravano. Un libro che ci […]

Nuova puntata di Area 22. Filosofo e teologo di primissimo piano, Gershom Scholem, ma anche poeta, autore di liriche, alcune delle quali vere e proprie perle. Ne “Il sogno e la violenza” il suo percorso di impegno (e disimpegno) sionista, la propria condizione spirituale, il rapporto con Israele… La cosa più difficile nel recensire un […]

Tornano due romanzi brevi di Chaim Grade, campione della letteratura yiddish, riuniti sotto il titolo “Fedeltà e tradimento”. Un volume che ogni lettore dovrebbe procurarsi, le cui due storie sono accomunate da una vivissima contrapposizione, rovello dell’identità ebraica e dello stesso Grade: allineamento ai precetti e partecipazione alla vita del mondo possono convivere? A distanza […]

“Spie di nessun paese” di Matti Friedman racconta le origini del Mossad e di Israele, ricordando le gesta di una speciale sezione araba. Disprezzati e discriminati dalle elite del sionismo che parteciparono alla nascita dello Stato di Israele, quasi tutti accantonati successivamente, alcuni ebrei nati e cresciuti in paesi islamici mostrarono il loro coraggio e […]

Leggendo “E la sposa chiuse la porta” l’ultimo romanzo di Ronit Matalon, scomparsa poco dopo, il lettore – trascinato in modo magistrale in un mistero angosciante – sta come dietro un uscio di senso, sforzandosi di ricavare ogni possibile sfumatura di suono e di significato. L’isolamento e il silenzio della protagonista aprono la possibilità ai […]

“Moralità” è l’ultimo libro di Jonathan Sacks – filosofo e già rabbino capo del Commonwealth – pubblicato poco prima di morire: un atto di amore, di amore che non risparmia nessuno, a cominciare dai tanti vitelli dorati che gravano sull’anima della cultura occidentale; un invito a compiere il salto evolutivo tra un “Io” primitivo, incapace […]

Un padre mai conosciuto, immaginato, accusato e perdonato. Suo padre. Lo ritrae Laura Forti nel suo secondo romanzo, “Forse mio padre”. Materiale narrativo esplosivo, la storia di un fantasma, per volere della madre (passata attraversa persecuzioni razziali, sionismo e infelicità), che però riesce a lasciare un’eredità di delicatezza… Con sgomento mi accorgo che di questo […]

Un ultracentenario ebreo ungherese sfuggito alla Shoah e vissuto quasi tutta la vita in Israele è il protagonista di “Storia vera o non vera di Chaim Birkner”, romanzo distopico di Omer Meir Wellber. Deciderà di tornare in patria, non sopportando il fanatismo religioso che regna nel 2038 in Israele. Un libro politico, fra lacrime e risate […]