Archivio Autore: Giosué Colomba

“La foresta d’acqua”, romanzo pubblicato oltre dieci anni fa in Giappone dal Nobel Kenzaburo Oe, è un’opera stratificata e totalizzante. Un vecchio scrittore – alter ego di Oe – è alle prese con uno choc mai superato, la morte per annegamento del padre. E il ritorno alle origini, nel tentativo di comprendere la tragica scomparsa, […]

Soprannaturale, imprevedibile, incomprensibile. È il mondo che emerge nei dieci racconti de “Il posto dove muoiono gli uccelli” dell’argentino Tomas Downey: coppie, anziani, bambini, nelle sue storie, sono parte di un mosaico di poca speranza e scarsa logica Spaccati fantastici, con elementi soprannaturali, in cui ci sono di mezzo rapporti interpersonali o familiari. L’ossessione, l’assenza […]

Innocenza e cinismo si mescolano in un cocktail di rara efficacia nel secondo romanzo di Lorenza Pieri, “Il giardino dei mostri”. Nella Capalbio tra anni Ottanta e Novanta due famiglie fanno affari, si tradiscono e non si salva quasi nessuno… Ci sono mostri e mostri. Ci sono quelli interiori, ci sono quelli presunti, spesso deboli […]

Cinque riflessioni sul tempo – tortuoso, perduto e ritrovato – in forma di racconti per Claudio Magris nel suo libro “Tempo curvo a Krems”. Lo scrittore triestino mette da parte le architetture complesse e scandisce frasi ponderate ed efficaci, delineando personaggi anziani che, in fondo, non guardano al passato e nemmeno al futuro Il tempo, […]