Archivio Categoria: Classici

A proposito di Zeno Cosini e la storia del suo matrimonio, passaggio cruciale de “La coscienza di Zeno” di Italo Svevo: un protagonista che, con le nozze, crede di guarire dalla malattia dolente che lo rende infelice, un incoerente che, tra mille giustificazioni, non impedirà mai alla vita di scegliere per lui, a cominciare dal rocambolesco […]

Ricco e famoso, apparentemente felice, Tolstoj medita il suicidio quando non ha ancora cinquant’anni. In “Confessioni” il genio russo ci fa assistere alla sua ricerca di senso, il suo discorso su e con dio. E, in forma di pensieri ed emozioni confessa i temi che nei suoi romanzi hanno le sembianze di personaggi: la riflessione […]

Un romanzo storico che si fonda su due forti personalità, quella dell’imperatore russo Ivan IV, detto il Terribile, e il principe Nikita Romanovic Serebrjany, eroe positivo, coraggioso, innamorato platonicamente di una donna che poi prenderà i voti. È “Il principe Serebrjanyi” di Aleksej K. Tolstoj, classico nel solco dei grandi libri dell’Ottocento Il romanzo Il principe Serebrjanyj […]

Oggi, quarantasei anni fa, la scomparsa di Salvatore Satta, illustre giurista e autore del romanzo postumo “Il giorno del giudizio”, un classico, un caleidoscopio di anime erranti. Opera romantica, epocale, poetica, corale, malinconica e visionaria, in cui emerge, su tutto, una solitudine estrema, camuffata dietro l’apparente tranquillità di una famiglia di ricchi possidenti nella Nuoro dell’inizio […]

Ne “L’ombra delle colline” di Giovanni Arpino, premio Strega 1964, ogni personaggio è intrappolato in un momento della propria esistenza che non ha saputo superare e con cui continua a fare i conti. Pagine in cui c’è tutto il miracolo della letteratura, che ricongiunge solitudini come se appartenessero tutte a una stessa, unica, storia Che cosa ne […]

A oltre cinquant’anni dalla prima pubblicazione torna il romanzo di debutto di Alice Walker, “La terza vita di Grange Copeland”. Sullo sfondo della Georgia rurale, dove la segregazione razziale è finita solo sulla carta, il rapporto speciale tra il vecchio Grange e la giovane nipote Ruth è la sola cosa bella in una storia di […]

Se scegliamo di liberarci da ruoli imposti, quanto e come veniamo (ri)accettati dal contesto che abbiamo tradito? E quanto abbiamo sciupato per adeguarci a certe etichette? Queste sembrano essere alcune delle domande di fondo de “Le voci della sera” di Natalia Ginzburg Ma perché abbiamo sciupato tutto, tutto? È questa la domanda che si ripetono […]

Uno spaccato della provincia americana, dei fasti e delle cadute della società statunitense in tre racconti di un grande dimenticato come Booth Tarkington, riproposti da Urban Apnea edizioni. Sono novelle di destini capovolti, di disincanto e amarezza, in un mondo dove il denaro spesso conta più di ogni altra cosa W gli editori indipendenti che […]

Romanzo fra i più sofferti e oscuri di Elsa Morante, “Aracoeli” viaggia da labirinti incurvati dentro, da un periodare a tratti oscuro e sofferto, oppure spicca voli di autenticità affettiva. Protagonista un bimbo insoluto, di quarant’anni e più, omosessuale, che maledice la madre, perduta però perenne fonte di amore. Un romanzo che ci ricorda che […]

Un vero e proprio poema romanzesco del tempo marino è “Ferito a morte” di Raffaele La Capria, che si aggiudicò il premio Strega sessant’anni fa. Libro epocale, emozionante confusione delle voci, con stile e struttura appresi dai grandi innovatori della letteratura del Novecento, Joyce, Woolf, Faulkner, Robbe-Grillet; La Capria – che per aderenza e penetrazione […]