Archivio Categoria: Classici

Il reportage narrativo di un andare senza meta: ecco cosa è “Viaggio in Portogallo” di José Saramago, che si era infine autoesiliato a Lanzarote. Il viaggiatore lettore assapora una bellissima terra, non solo nel presente ma anche nel passato. Tra storia, leggende e fiabe I resoconti di viaggio dei grandi affabulatori, e Saramago è senza […]

La precoce saggezza di una bambina, Sofia, che dialoga con la nonna ne “Il libro dell’estate” di Tove Jansson, suo primo libro per adulti. Con una scrittura poetica e limpida e una natura imperturbabile e incorrotta sullo sfondo, che non nasconde la minaccia dell’irrompere della civiltà Una casa sull’estremo promontorio di un’isola oltre la quale […]

Dietro una trama esile l’americana Eudora Welty, voce del sud, con “Nozze sul Delta” riproduce un’istantanea di tante esistenze ispirate, sfruttate a fondo, fino all’ultima risata o all’ultima lacrima. Perfetti i dialoghi che l’autrice compone, calibrati sui personaggi… Autrice grandemente prolifica, Eudora Welty nasce a Jackson, Mississipi, nel 1909 e vive quasi un secolo intero, […]

Con tutte le proporzioni e distinzioni del caso il nichilista Bazarov, protagonista indiscusso di “Padri e figli” di Ivan S. Turgenev, rappresenta un “tipo umano” di oltre centocinquanta anni fa ma che ancora ci parla e ci interroga. Un classico con un caleidoscopio di personaggi e storie, fra scene indimenticabili Che belli i nichilisti russi!!! […]

Finalmente riproposto “La legge degli spazi bianchi”, raccolta di cinque novelle senza tempo di Giorgio Pressburger. Racconti contro la banalità delle troppe parole che ci assediano. Libro cult in cui i protagonisti sono alle prese con malattie del corpo, ma soprattutto col mal di vivere dei loro pazienti o di se stessi Festeggia due secoli […]

“Camminare” è un breve ma ricchissimo e labirintico assaggio della poetica di Thomas Bernhard, una drammatica rappresentazione che rimanda al teatro dell’assurdo, fra soliloqui e passeggiate dei protagonisti, sproloqui e domande socratiche inevase. Leggere Bernhard non è facile, catartico o consolatorio perché ci mette di fronte ai nostri mostri interiori. Ma, come il “pessimista” Leopardi, […]

Lo sport di Federer come trascendimento dell’io ne “Il tennis come esperienza religiosa”, libretto che raccoglie un reportage e un saggio di DFW, David Foster Wallace, e una postfazione di Luca Briasco. Spiccano le riflessioni sul genio svizzero, capace di travalicare la monotonia del gioco moderno Qualche giornalista, prendendo brillantemente a prestito la struttura del […]

Un profugo polacco a New York è il protagonista de “Il ciarlatano” di Isaac Bashevis Singer. Hertz Minsker, che si è lasciato alle spalle l’Europa della persecuzione nazista ai danni degli ebrei, non esita a tradire il migliore amico, che lo mantiene, a sedurne la moglie oltre che tante altre donne. E non smette di […]

In “Parigi”, volumetto a tiratura limitata, alcune foto scattate da Ferdinando Scianna, accompagnano quattro articoli di Leonardo Sciascia sulla città che considerava una seconda patria: lo affascinavano l’illuminismo, l’atmosfera e il melting pot di culture. Ma inevitabilmente anche in Francia osservava tracce siciliane… Parigi, o cara. Finestra sul mondo e teatro della memoria, tra «aria […]

Un libricino a tiratura limitata pubblicata dalle edizioni Henry Beyle: è “Alfabeto siciliano” di Vincenzo Consolo. In origine un articolo di giornale, in cui lo scrittore nativo di S. Agata di Militello fustiga l’Isola col sorriso dolce e beffardo Un alfabeto mozzato. Vincenzo Consolo come Goffredo Parise? In un certo senso. I sillabari dello scrittore […]