Archivio Tag: Castelvecchi

“La verità della vita” è una lettera di Lev Tolstoj, in cui esalta il lavoro manuale e attacca i “partigiani della scienza e dell’arte”, l’elitaria casta antipopolare e parassita che coltiva l’arte senza sacrifici e sofferenze. Anticipa di vent’anni il suo noto trattato “Che cos’è l’arte?” Sciascia se la prendeva con i “professionisti dell’antimafia”? Tolstoj, […]

Un discorso diventato libro, “Perché sono discesa all’inferno?” del Nobel Svetlana Aleksievic. Una riflessione sul modo in cui intende la letteratura, una testimonianza, e una constatazione sul comunismo e sui danni a lungo termine che ha prodotto… Una dichiarazione di poetica in forma di discorso, diventato un libro brevissimo ma di grande interesse per andare […]

Inseriti in una cornice comune, i racconti del volume “Madri” di Marisa Fasanella ci portano indietro nel tempo, quando chi non era considerato sano di mente veniva escluso dal vivere civile e sociale. E narrano di donne sfruttate, sottomesse, considerati oggetti, madri private dei figli Storie di madri private dei figli, storie di donne abusate perché mentalmente […]

Le vite tormentate di tre donne costituiscono “Arazzo familiare”, saga di Anna Cantagallo lungo il ventesimo secolo. Una storia, in cui si alternano diversi piani temporali, che insegna come la vita altro non sia se non un costante sforzo per fortificarsi e superare tutte le asperità Il titolo non è di certo un caso. Arazzo familiare (264 […]

La pubblicazione del racconto “Susanna” consente di scoprire Gertrud Kolmar un’autrice, ancora poco apprezzata, che fa poesia anche quando scrive in prosa. L’io narrante, un’anziana istitutrice, perseguitata nella Germania nazionalsocialista, racconta il suo rapporto con Susanna, affetta da una nevrosi, che ha preso in cura tanti anni prima. Le due figure rappresentano visioni opposte, due […]

Un’architettura narrativa molto congegnata, in cui nulla è lasciato al caso ne “La foresta invisibile” di Maria Elisabetta Giudici. Un’intreccio di vicende lungo tre secoli e una scia di vite, sangue, amori spezzati a causa di un oggetto prezioso… Non una, ma tante, tantissime storie ne La foresta invisibile (216 pagine, 20,50 euro) di Maria […]

Una figura eccezionale, quella della filosofa Simone Weil, per cui l’attenzione fu ciò che per Aristotele era stata la meraviglia: il principio di ogni conoscenza, e di ogni amore per la conoscenza. Mai, come in una simile anima, misticismo e conoscenza si fusero in qualcosa di così meraviglioso… Nel precedente articolo di questa rubrica dedicata al […]

«È partire dalla propria esperienza che differenzia lo scrittore dal sociologo». Un piccolo saggio, “Scrivere è un dare forma al desiderio”, in cui la grande scrittrice francese Annie Ernaux spiega di non credere all’esistenza del “letterario puro”, ovvero a una forma letteraria slegata dai rapporti sociali Il rapporto tra letteratura e scienze sociali è complesso, […]

“Duce truce” di Alberto Vacca è una cartina di tornasole in chiave umoristica del risentimento e dell’intolleranza per Mussolini e il regime fascista accumulata nel corso degli anni e progressivamente sempre da più ampie fasce della popolazione. Un volume spassoso ma anche un importante documento storico. Alcuni passi in un audio che vi proponiamo Leggere […]

“La grande stagione” di Paolo Ruggiero si dipana come un “Chronicle Play”, una scrittura di tipo diaristico con le mosse, i tic e il linguaggio giovanile della cosiddetta generazione Erasmus. Il lettore segue il protagonista autobiografico nel suo peregrinare nelle varie età della sua vita… Immaginiamo il cielo smozzicato sopra i tetti di Bologna intravisto […]