Archivio Tag: Exorma

“Il dannato caso del signor Emme” di Massimo Roscia è un romanzo eclettico, ironico, colto, all’apparenza poco impegnativo, ma frutto anche di una grande documentazione. Protagonista un gruppo di personaggi eccentrici (non solo individui ma anche una massa gelatinosa chiamata Buf) impegnati nella missione-ossessione di salvare dall’oblio la memoria di un intellettuale italiano del Novecento, […]

Non una classifica (dopo la proclamazione di tante classifiche autorevoli), ma una selezione di libri – senza pretese di esaustività – pubblicati da autori italiani nel corso del 2019 (qui i Top11 stranieri), scelti da chi scrive per LuciaLibri : non tutti hanno votato e non tutti hanno espresso le tre preferenze (numero massimo) consentite. […]

“Troppo lontano per andarci e tornare”, romanzo di Stefano Di Lauro è un balsamo per l’anima, che trasporta in un’atmosfera quasi onirica, coinvolgente ma mai invadente, anzi, morbida e cullante. Protagonisti i circensi di una compagnia che il 31 dicembre del 1899 salpano dal porto di Le Havre, in Normandia, alla volta di Buenos Aires […]

Stefano Di Lauro, autore, regista teatrale, compositore, pubblica per le edizioni Exorma il romanzo “Troppo lontano per andarci e tornare”, incentrato su un microcosmo di artisti circensi che, il 31 dicembre 1899, salpa dalla Francia all’Argentina a bordo di un piroscafo. I protagonisti sono i componenti del piccolo circo “Au Diable Vauvert” (da una locuzione […]

Seconda parte della conversazione con Paolo Albani, autore de “I sogni di un digiunatore”: “Il fatto che apparentemente la letteratura non serva a nulla, va intesa come una dilatazione della libertà espressiva. Un libraio, per essere competitivo, deve prevedere i libri non ancora scritti, ma che sono in procinto di esserlo, e segnalarli ai propri […]

Una conversazione con un rapsodo dei nostri tempi, Paolo Albani, autore de “I sogni di un digiunatore e altre instabili visioni”: “Nel bene e nel male le storie di uno scrittore riflettono sempre una parte di sè. Siono un pessimo sognatore, ma qualche storia mi arriva nel sonno…” Fra gli innumerevoli giochi che è possibile […]

  Una storia ambientata sulle Alpi e un personaggio “deviato”, Adelmo Farandola forse malato di Alzheimer, o affetto da una forma di ritardo mentale: è “Neve, cane, piede” di Claudio Morandini. Gli sguardi irridenti della comunità e la solitudine nelle valli, il potere emarginante di un luogo ameno nella riflessione dello scrittore palermitano, autore di “Di […]

“Dopo il diluvio” è un debutto lontano dai canoni che vanno per la maggiore. L’ha scritto il giovane bolognese Leonardo Malaguti, che ha concepito l’epopea di un piccolo universo senza luogo e tempo in cui una calamità naturale cambia volto, in peggio, alla comunità. Fra nemici inesistenti, egoismi e paure… Una fiaba nera, cinematografica e […]

“Sudeste” dello scrittore argentino Haroldo Conti – la sua vita si concluse come quella di altri desaparecidos, vittime dal regime militare – un romanzo capace di dipingere un intero universo grazie a un vagabondo solitario e taciturno, a bordo di una barca lungo un fiume. C’è pochissima introspezione e il corso d’acqua diventa protagonista… Non […]

Marita Bartolazzi debutta con “La donna che pensava di essere triste”, un po’ favola un po’ viaggio onirico, il tentativo di dare forma a quel che non è possibile dire a parole. La protagonista ha lo sguardo malinconico e un po’ rassegnato e con la sua tristezza affronta il mondo Chissà cosa direbbe Freud, leggendo […]