Archivio Tag: Iperborea

Il volume della serie The Passenger dedicato al Portogallo è l’occasione, sulle pagine di Lusoteca, per una ricognizione di alcune delle voci più belle e significative della letteratura lusitana Non potevamo non parlare qui su Lusoteca di questo bel volume (un libro-magazine) di Iperborea dedicato al Portogallo, ultima uscita della collana “The Passenger”, una scorpacciata […]

I delitti di “Cucinare un orso” di Mikael Niemi? Un pretesto per raccontare il percorso spirituale, ma soprattutto culturale di Jussi, figlio adottivo del pastore, botanico e investigatore Laestadius. E per celebrare i libri come antidoto alla povertà e alla discriminazione Delitti orrendi e reiterati e una mano assassina d’ordinanza non riescono a relegare questo libro […]

Mettersi alle spalle l’Olanda e scegliere, per vivere e rinascere, l’ignota foresta venezuelana, dove accogliere anche ospiti illustri. È quello che fa il leggendario Rudolph Truffino, raccontato da Jan Brokken: si innamora della Gran Sabana, si compenetra in essa, al punto di trascurare la famiglia… Negli anni Cinquanta il nome di Rudolph Truffino, olandese di […]

Zigmunds Skujins è uno dei più autorevoli scrittori lettoni, è arrivato in Italia il suo “Come tessere di un domino”. In filigrana la storia del suo popolo nel Novecento, attraverso personaggi stralunati e indimenticabili, con un pizzico di allegorico e surreale Ai tifosi di canoni occidentali – chi frequenta Americhe ed Europa occidentale e non […]

Sette storie consigliate dall’autore de “Il museo delle penultime cose”: saggi, romanzi, testi ibridi, titoli che sono già classici e altri che meritano di essere (ri)scoperti. Sette suggerimenti in nome della buona lettura “La via di Schenér” di Matteo Melchiorre (Marsilio) Un giovane ricercatore ricostruisce la storia di un piccolo sentiero, ormai dimenticato, che per […]

“Autunno tedesco” del “Camus svedese” è un toccante itinerario tra le rovine della Germania del secondo dopoguerra. Reportage e quasi libro di viaggio, scritto con un linguaggio più lirico che giornalistico, con parole dense, necessarie e mai superflue Tra l’ottobre e il dicembre del 1946, un giovanissimo Dagerman viene incaricato da un quotidiano svedese di […]

Ecco i libri, scritti da autori stranieri, che abbiamo amato. Storie che lasciano il segno – principalmente romanzi, ma anche un libro di racconti – libri che, secondo noi, possono provare a ingaggiare una sfida con il tempo e andare oltre il presente Di alcuni abbiamo scritto dettagliatamente, di altri lo faremo, di altri ancora no. […]