Archivio Tag: Guanda

“Patria” di Fernando Aramburu è una doppia saga familiare con un elemento devastante che s’insinua nei meandri di vite e amicizie: il terrorismo basco e le sue atrocità. Un romanzo che non smette mai di interrogarsi, che condanna gli estremisti, ma sa essere equilibrato Dalla Spagna lacerata di questi anni e di questi giorni, che […]

Classici, anche contemporanei, e uno sguardo a trecentosessanta gradi sulla letteratura. Sette consigli, che sottoscriviamo, formulati dal direttore editoriale di Longanesi, Giuseppe Strazzeri “Il posto” di Annie Ernaux (L’Orma) Un libro la cui grazia è tanto evidente quanto in un certo senso inspiegabile. La storia di un uomo semplice ma unico perché padre. Si tratta […]

L’autore di “Divorziare con stile” indica sei romanzi e una raccolta di racconti – il più lontano nel tempo è del 1954, il più recente del 2005 – come consigli di lettura per l’estate “American Psycho” di Bret Easton Ellis (Einaudi) Un libro disturbante, terrificante e divertente al tempo stesso, d’impressionante potenza linguistica, che nella […]

L’autore de “L’elenco telefonico di Atlantide”, “L’anno dei dodici inverni” e “Chiedi alla luce” consiglia – tra autori nordamericani e inglesi – cinque romanzi, una raccolta di poesie e un saggio in lingua originale, non ancora tradotto in Italia “L’intoccabile” di John Banville (Guanda) Per me tuttora il capolavoro di un autore che sa rinnovarsi […]

“Il ministero della suprema felicità” è il secondo romanzo della scrittrice indiana a distanza di 20 anni dal primo. Un romanzo politico, lucido, poetico, vibrante Nel film Shakespeare in love, quando si accorge che Romeo e Giulietta, quotidianamente, nel corso delle prove, sta evolvendo in qualcosa d’inaspettato e poco “vendibile”, l’impresario teatrale Philip Henslowe ricorda […]

Sono sorprendenti gli esiti del romanzo di Kim Leine, con un chierico del XIX secolo come protagonista. Una storia dal ritmo incessante, ambiziosa, classica eppure modernissima Negli ultimi anni l’editore Guanda ha svolto un lavoro eccellente, che è sotto gli occhi di tutti: battendo strade inedite, via via consolidate – magari riprese e imitate da altre […]

Ne “La grande casa” c’è spazio quattro storie parallele, diverse per spazio e tempo, che si riannodano (anche) nel minimo comun denominatore della memoria, della solitudine e dei segreti. La centralità della memoria nei processi creativi e dell’amore nei momenti difficili sono punti fermi, l’enorme ambizione di sapere cosa resta dopo una catastrofe è appagata. […]